TEAM TEMATICI

La condizione operativa di base dei Soci è costituita dalla facoltà dei singoli Soci di proporre la attivazione di un team tematico che individui argomenti di ricerca, analisi e proposta considerati importanti per l’agenda della comunità territoriale e nazionale, in cui si profila un coordinatore e in cui tutti i membri (per spontanea partecipazione) sono tendenzialmente tra i Soci , con facoltà di invitare testimoni o chiamare figure competenti in audizione, allo scopo di programmare in un tempo definito, discussione e scrittura.

Cioè: analisi degli aspetti problematici del tema prescelto; stesura organizzata tra i membri del team delle basi storico-evolutive del tema; approfondimento delle discussioni in atto ; infine, ipotesi di soluzioni, intese come linee di attuazione di adeguate politiche pubbliche nel merito.

I “paper” al termine della prima stesura vengono presentati e discusse in libere assemblee e fatti circolare per promuovere confronti. Al termine del periodo convenuto – con eventuali arricchimento del testo, viene data pubblicazione editoriale del testo finale.

PAPER

La produzione bimestrale dei paper viene orientata ad un progetto editoriale programmato.

Questi i cantieri attivati nel 2023

Questi i cantieri attivati nel 2024

EVENTI

Cerca e scarica i tuoi documenti

DOSSIER

Con più ampia cadenza sono programmate pubblicazioni di maggiori dimensioni concepite come dossier e saggi di documentazione.

Il programma editoriale del 2024 è il seguente

EVENTI

Cerca e scarica i tuoi documenti

CENTRO STUDI "EMILIO CALDARA"

Il Centro Studi “Emilio Caldara”, ha dato vita a distinte commissioni di lavoro, con un programma annuale che prevede anche eventi ed iniziative a commissioni unite su temi di politica e cultura generale.

Queste commissioni lavorano per valorizzare storia e attualità di temi portanti del socialismo riformatore e municipalistico – con afflato nazionale, europeo e internazionale – che ha avuto la sua formazione basilare nella Milano del primo Novecento.
E bilanciano la loro programmata attività con quella di uno speciale “gruppo di lavoro” che – per la propria finalità – trasversalizza l’impegno e le attività del Centro occupandosi del futuro, cioè attraverso il programma “Milano 2050”,
con adeguate aperture alle culture della trasformazione e dell’innovazione.